Investimenti e risultati

Per rilanciare il Gruppo e portare a termine con successo il processo di transizione in atto, l’attuale gestione ha focalizzato attenzione e risorse su 3 grandi aree: innovazione, ambiente e sicurezza

Innovazione

Dal punto di vista produttivo, ILVA punta sui prodotti verticalizzati a più alto valore aggiunto. In questo senso vanno letti gli investimenti che hanno permesso di ammodernare la linea di taglio 4 a Genova, adibita al taglio della latta, e di completare la nuova zincatura 5 (ZIN 5), una linea completamente automatizzata che si contraddistingue per la sua elevata flessibilità operativa, oltre che per le elevate performance in termini di sostenibilità ambientale ed efficienza energetica.

Con l’avvio della ZIN 5, ILVA si rafforza nel segmento dello zincato e stima di raggiungere una capacità complessiva di circa 2,5 milioni di tonnellate. 

Aumento capacità produttiva

Settori a maggior valore aggiunto

Zin5

  • Investimento: € 8 milioni
  • Capacità: 460 kt/anno

Linea di taglio 4

  • Investimento: € 400 mila
  • Velocità di taglio:  150 fogli al minuto

Ambiente

Durante la gestione commissariale sono stati realizzati importanti lavori di ambientalizzazione e di bonifica, in particolare nello stabilimento di Taranto. Di seguito alcuni degli interventi effettuati.

Riduzione emissione polveri

  • Copertura sui 4 lati di 39 km di nastri trasportatori (65,4% del totale)
  • Chiusura di 11 edifici su 19 totali
  • Chiusura di 145 torri, pari al 66,8% delle torri esistenti
  • Implementazione dell’attività di bagnatura
  • Barriere frangipolvere e fascia di rispetto in area Parchi
  • Installazione di una rete di idranti e Fog-cannon
    per la bagnatura dei cumuli
  • Ottenute le autorizzazioni per la completa copertura del Parco Minerale

Riduzione emissioni derivanti dalle fasi di produzione della ghisa

  • Condensazione dei vapori della loppa, depolverazione del campo di colata e depolverazione Stock House dell’Altoforno 1
  • Depolverazione della Stock House dell’ Altoforno 2
  • Depolverazione del campo di colata dell’ Altoforno 4

Riduzione dei fenomeni di spolveramento

  • Installazione del nuovo scaricatore CSU 1 presso il secondo sporgente di Taranto, che consente di scaricare i materiali direttamente dalla nave alla banchina, in ambiente chiuso.

Sviluppo del Piano di gestione dei rifiuti

  • Avvio della nuova discarica “Mater Gratiae G3” per i rifiuti speciali non pericolosi derivati dalla lavorazione industriale. 

sicurezza

ILVA sta eseguendo un dettagliato programma di interventi per migliorare la sicurezza all’interno dei propri impianti.

Formazione sulla salute e sulla sicurezza

  • Formazione interna ed esterna sui temi della sicurezza
  • Campagne mirate per aumentare l'affidabilità e l'integrità degli impianti
  • Aumento della spesa in dpi (dispositivi di protezione individuale) e abbigliamento da lavoro

Manutenzione

Speso oltre 1,2 miliardi di euro dal 2013 al 2016.

  • Area ghisa e acciaieria, spesi oltre 826 milioni di euro di manutenzione tra il 2013 e il 2016
  • Nel 2016 la spesa complessiva è stata di circa 270 milioni di euro (+15%) rispetto al 2015
  • Nel 2016 è aumentata la spesa per l’acquisto di ricambi e per la manutenzione da terzi

Performance economiche, finanziarie e produttive

I risultati finanziari sono la conferma che la strategia perseguita sta operando nella giusta direzione. 

Il fatturato annuale risulta in miglioramento rispetto al 2015

Investimenti Fatturato

1 Ricavi Netti Acciaio

Durante il 2016 si è osservata una notevole ripresa della performance finanziaria

Invetimenti Ebitda

1 EBITDA contabile di Gruppo

La produzione nel 2016 si asseta in forte ripresa rispetto all’anno precedente

Nell’anno appena concluso si osserva una crescita dei volumi venduti

Investimenti Spedizione